top of page

AMA e Smart Working

Fine della sperimentazione che consentiva di svolgere da remoto il 50% del lavoro, la critica della Fp Cgil: "Passo indietro ottocentesco".



Ama richiama tutti in ufficio. Stop allo smart working per i dipendenti amministrativi della municipalizzata. La comunicazione di servizio sulla fine della sperimentazione del lavoro in modalità agile è arrivata come un fulmine a ciel sereno: niente più svolgimento del 50% del lavoro in smartworking, gli impiegati di Ama dovranno tornare in sede.



“In questo periodo lo smartworking ha migliorato l’indice di presenza del personale amministrativo ed ha inciso positivamente sulla produttività. Un dato che contabilizzato può consentire ad Ama di risparmiare circa 9.000 euro l’anno per ogni postazione negli uffici. Ora con questa retromarcia l’azienda dovrebbe spiegarci dove intende collocare l’interezza del personale amministrativo, circa mille dipendenti, avendo dismesso anche alcuni locali”.



Un altro duro colpo per lo smart working nel nostro paese, che arriva dopo le dichiarazioni del presidente di Confimi di questa settimana: «Lo smart working? Non serve alle imprese: c'è bisogno di dialogo diretto».



🗑 Un'altra occasione di innovare i nostri sistemi "cestinata"?

4 views0 comments

Comments


bottom of page