Sbaglia chi dice che nella vita si nasce una volta sola.

Per l’anagrafe sono nata 48 anni fa, anzi 48 anni e mezzo fa e quel mezzo, si sa, per noi donne conta…

In realtà sono nata ormai quasi tre anni fa, nel giugno del 2015, e da quel momento, dopo e durante tante situazioni difficili, sono approdata qui a raccontare di me, di chi sono, cosa ho imparato, cosa voglio ancora imparare e soprattutto mettermi a disposizione di chi vorrà seguirmi, ascoltare i miei consigli attraverso la mia quotidianità e la mia esperienza professionale e personale.

E allora mi presento con un CIAO, (termine semplice ma in epoca di maleducati e spendig review ormai si taglia pure questo), SONO SIMONA sono nata a Roma dove abito, ho un figlio, Edoardo, adolescente, turbolento, affettuoso e faticoso e sono mora.

Perché sono mora?

Perché ho voluto cambiare. TUTTO.

Negli ultimi tre anni la mia vita è cambiata drasticamente, sono accaduti fatti dolorosi, d’amore e professionali, mi sono smarrita tanto che ho cominciato a dubitare di me, di tutto, della vita.

E cosa fa una donna quando il mondo le cade rovinosamente addosso?

Innanzitutto lei trova la forza di alzarsi e per sentirsi pronta ad affrontare le sfide che la vita le sta proponendo, va dal parrucchiere.

Cambia look, colore, taglio, prende forza sostanzialmente dalla sua femminilità, come Sansone che trovava la sua forza prodigiosa nella sua folta chioma ( passatemi refusi di studi classici).

Così, trasformata e mitologicamente rinvigorita, mi sono rimessa in gioco.

La mia storia non è per niente breve, fatta di alti e bassi, di lacrime e dolore, menzogne e illusioni e voi potrete dire “ma a noi cosa interessa?” Forse tutto, forse niente, chissà…

Io la mia storia la voglio raccontare per un motivo preciso: ce l’ho fatta!

Direte “a fare cosa?”

A riprendermi la mia vita, a guardare al futuro, a continuare a veder crescere mio figlio.

Tante persone fanno questo nella loro esistenza e all’apparenza può sembrare tutto normale, tante persone si trovano di fronte a problemi di salute difficili o a tante altre situazioni ben più complicate magari della mia, ma quando il mondo ti crolla addosso capisci che cose che sembravano semplici e quotidiane diventano un miraggio.

Però ora posso dirlo, io ce l’ho fatta, mi sono rimboccata le maniche, sono ripartita.

Proprio questa mia ripartenza voglio raccontarla senza vergogne, dal momento più basso al momento più alto, sperando di dare uno sostegno e magari dei buoni consigli a persone che si sono “smarrite” nella strada tortuosa della vita.

Mi piacerebbe soprattutto aiutare le persone a sforzarsi di cercare la bellezza nelle piccole cose e magari, perché no, trovarla.

Così nasce l’idea di aprire questo blog.

Qui voglio raccontare di me, della mia famiglia dei miei amici e di tutte le persone che ho avuto vicine, persone che sono state la mia forza quando di forza non ne avevo.

Voglio raccontare come grazie alla mia curiosità e alla chioma dal sapore mitologico ho cominciato a guardarmi intorno per ricostruirmi almeno una identità professionale, così ho conosciuto realtà accademiche bellissime che sono oggi alla base del mio nuovo percorso. Io che vengo da tutt’altra realtà, ragazza di buona famiglia romana con una vita allegra e spensierata, laureata con il massimo dei voti in giurisprudenza, un matrimonio da favola dal sapore di altri tempi nella chiesa nel cuore di Roma dove ben 53 anni fa sposarono i miei genitori e un lavoro in una azienda per 10 anni. Poi la scelta di seguire più da vicino mio figlio negli anni della scuola elementare. Infine tornata a lavorare, ho creato un’azienda dove credevo sarebbe passato e iniziato anche il mio futuro sentimentale con il mio nuovo amore, quello del “per sempre”, diceva….

E poi, tre anni fa quasi, un giorno un triste risveglio, la maschera che indossava è caduta e tutto è svanito nel nulla in un attimo, abbandonata nel cuore e nel lavoro, abbandonata ad un destino difficile e pieno di criticità.

Così, la nuova Me, quella mora, ha conosciuto il mondo accademico, ho frequentato un corso illuminate fatto di contenuti si ma dove ho incontrato persone vere e competenti che oggi ho la fortuna di avere accanto, stimolo prezioso, grazie anche alle quali sono approdata qui.

Sono venuta così a conoscere la figura del Professional Organizer e mi sono appassionata nel vedere come organizzando bene tutti gli aspetti della propria vita, si può “esistere” a 360* con maggior pienezza e serenità.

Così mi sono detta “ ecco cosa devo fare, aiutare e insegnare alla persone ad organizzare la propria vita così da poter cogliere la bellezza delle piccole cose che dicevo prima”.

Io credo molto in questo, è un argomento che mi è sempre calzato a pennello ed é proprio grazie al mio spirito organizzativo che sono potuta ripartire.

Sono tornata così a valorizzare tutto e soprattutto me stessa.

Quasi devo ringraziare chi mi ha fatto del male o i pensieri orribili che sono passati per la mia mente durante gli ultimi anni, perché forse non avrei mai trovato questo sentimento di rivalsa e questa determinazione nell’agire e non avrei incontrato me!

E allora?

Se avrete la voglia di seguirmi, voglio accompagnarvi in un cammino quotidiano che aiuti tutti noi ad organizzare al meglio le nostre vite, a migliorarle, davvero.

Scriverò per questo tanti articoli, darò tanti consigli, mi confronterò con voi ricevendo magari anche critiche, e proverò con tutta me stessa a dare una speranza di cambiare la propria vita a chi ne ha bisogno.

Attenzione…. Non per forza bisogna venire da un passato tumultuoso per poi doversi rimboccare le maniche e riorganizzare la propria vita. Spero che quello che scriverò sia di aiuto anche a quelle persone che, semplicemente, vogliono risparmiare del tempo per dedicarsi al tempo libero o magari alla propria famiglia.

Se siete arrivati fino a questo punto vuol dire che siete veramente interessati. Siete pronti a partire?

 

TI DEDICO OGNI MIO SUCCESSO PERCHÉ SENZA IL DOLORE CHE MI HAI LASCIATO NON AVREI CAPITO QUANTO VALGO. (Andrew Levine)